giovedì 10 ottobre 2019

I 4 produttori della Toma di Condove alla XXX Fiera

Ci si alza molto presto al mattino e si corre tutto il giorno, tutti i giorni, tutto l’anno. Si munge, si lavora il formaggio e si parte per andare sui mercati o per aprire il negozio, tanto con i 30 gradi del mese di agosto che con il sottozero di gennaio. Allevare bestiame, produrre e vendere direttamente i formaggi non è un mestiere per pigri. Ci vuole passione, attaccamento all’azienda e coraggio nell’affrontare le stagioni avverse, almeno quanto ne serve per sopportare l’enorme burocrazia che affligge il settore. Il lavoro per fortuna (ma anche per bravura) non manca, i canali di commercializzazione nemmeno, i clienti sono fedeli e apprezzano il rapporto diretto con chi produce, oltre che la qualità e l’onestà nel prezzo.

Oggi i produttori del Marchio “Toma di Condove” sono 4 e tutti vi aspettano il 12 e 13 ottobre sulla piazza principale della Fiera della Toma di Condove.

Lucia Vercellino, azienda agricola agli 800 metri di altitudine di borgata Sigliodo, porta sui mercati non solo la Toma di Condove col suo marchio ma anche ottimi formaggi freschi, burro, ricotta, yogurt, salumi e uova, tutto rigorosamente di produzione propria. La si trova al mercoledì mattina a Condove, il martedì pomeriggio ad Avigliana, al sabato mattina ad Almese.


L’azienda di Claudio e Aldo Rocci, coadiuvati da Bruno, si trova in borgata Arronco. D’estate il bestiame si trasferisce in alpeggio in località Gighè, a 1643 metri di altitudine sulla strada che porta al Collombardo. La grande varietà di tome fresche e stagionate è esposta nei mesi estivi, oltre che in azienda, in un piccolo spazio commerciale in borgata Prato del Rio; oppure la si trova al mercato di Alpignano il giovedì pomeriggio e a quello di Piossasco il sabato mattina.
 
 

Ezio Rocci è il gestore dell’alpeggio comunale di Tomba di Matolda, collocato in un panorama impagabile a 2mila metri di altitudine sulla strada del Collombardo, ma le sue mucche salgono lassù solo dopo essere state prima in località Vaccherezza e poi al Chiet, nutrendosi di alcuni tra i migliori pascoli del territorio. E’ la figlia Sara a curare la vendita dei formaggi: toma, tomini, ricotta, burro, toma del lait brusc e molto altro. E’ al mercato ogni mattina: a Caselette il lunedì, ad Almese il martedì, a Condove il mercoledì, ad Avigliana il giovedì, a Borgone il venerdì, a Druento il sabato.



L’azienda Cascina Clivia si trova in pianura, nell’ampia area verde di pascoli della borgata Poisatto: qui, al numero 24, in una delle cascine più antiche di Condove, sono collocate l’abitazione, la stalla, il laboratorio di caseificazione e il negozio per la vendita diretta. L’attività è condotta da Fabrizio Cordola e dalla signora Ottavia che ogni giorno dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 20,30 attende i clienti in cerca di tome fresche e stagionate, tra cui la famosa e particolarmente richiesta toma del lait brusc.

La transumanza in Fiera dalle Muandette al Poisatto

Nei paesi di montagna o di media quota come Condove, il suono dei campanacci scandisce ancora le stagioni: sono le mucche e le pecore, con i loro "rundun" al collo, ad aprire la primavera salendo agli alpeggi, per poi ridiscendere nelle stalle in pianura con l'arrivo dell'autunno.
 
Ogni anno monticano sulla montagna di Condove circa 40 pastori in 15 alpeggi, di cui solo uno di proprietà comunale, con un migliaio di pecore e altrettante mucche, un centinaio di capre, cavalli e cani al seguito. Complessivamente sono quindi oltre 2000 i capi di bestiame che salgono e ridiscendono dagli alpeggi, percorrendo sentieri e strade sterrate per poi giungere in paese nei prati vicino al Torrente Gravio dove, di norma, ad attenderli non ci sono solo i camion bestiame, ma anche tante persone, tra cui spesso molti bambini incuriositi, in un rito di festa.

Per la terza volta, durante la XXX Fiera della Toma la transumanza passerà per le vie in centro paese: le mucche di Pierluigi Rocci, in "disarpa" dall'alpeggio Muandette a quota 1800 m, percorreranno Via Magnoletto, Via Regaldi, Via Mazzini, Via IV Novembre, Piazza Martiri, Via Torino e Viale Bauchiero per fare ritorno alle stalle invernali presso la frazione Poisatto. Sarà un valore aggiunto per la Fiera che, da sempre, ha tra i suoi intenti la valorizzazione della realtà agricola e zootecnica. L'appuntamento è per sabato 12 ottobre intorno alle ore 17 nella Piazza di Condove, al passo dei pastori e al suono dei campanacci.
 
 


 

L'intaglio su legno e su toma

Ritorna l'ormai consueto appuntamento con la Scuola di Intaglio di Chiomonte: l'edizione 2019 vedrà per il 9° anno consecutivo la partecipazione degli scultori, che si diletteranno non solo nell'intaglio su legno, ma anche su toma! Sarà possibile vedere gli intagliatori "all'opera" nella sola giornata di domenica 13 in Piazza Martiri, al centro della Fiera!


La storia della scuola di Chiomonte è antica, anche se la data di fondazione ufficiale risale "solo" al 1982. Storicamente condotta da Emilio D'Amelio, la Scuola ha sede nei locali del centro storico e organizza ogni anno corsi di intaglio e tornitura del legno. Maestro storico della Scuola fu per 24 anni Elio Favro, sostituito dopo la sua scomparsa da Giorgio Faure, di origini condovesi. Gli scultori partecipano spesso a concorsi e organizzano mostre, nell'ottica di non dimenticare gli antichi mestieri e le tradizioni delle vallate alpine. Maggiori info su: http://www.scuolaintagliolegnochiomonte.it/
 
 

mercoledì 9 ottobre 2019

Il programma della XXX Fiera


 
 
Sabato 12.10, ore 10: apertura della XXX edizione della Fiera della Toma

Piazza Martiri della Libertà: autoemoteca Fidas (già attiva a partire dalle ore 8).

Cortile, refettorio e corridoio della scuola Primaria C. Bertacchi:
Mostra "Nomi e luoghi delle nostre borgate" di Giovanni Falco
Presentazione del cineprogetto "Noi siamo i figli della Monce", a cura dell'associazione Valsusa FilmFest
Esposizione a cura dell'associazione Ricami Bandera.

Antica Chiesa di San Rocco:
Mostra "Sentieri di Luce" di Elisabetta Viarengo Miniotti.

Antica Chiesa di San Pietro:
Mostra "Condove, una palla che rotola, un paese che cambia" a cura di Giorgio Jannon

Vetrine dei negozi condovesi e Piazza Martiri della Libertà:
Mostra fotografica "La Fiera della Toma. Un amore lungo 30 anni"

Campo Sportivo
Scorci di Medioevo a cura dell'associazione Vox Condoviae.
"Gioch a la moda veja" - giochi per bimbi a cura del Gruppo Scout Condove 1

ore 12, Palatoma (mercato coperto)
pranzo della Toma (menù completo - Euro 15

ore 15.30, campo sportivo
Partenza del "V Toma Trail", gara di corsa in montagna a cura dell'associazione Freemount (premiazioni ore 18.30)
ore 15.45, campo sportivo, "Camminiamo insieme a passo di Toma", camminata a cura dell'associazione Isa Mary Ricominciare a Volare. Iscrizioni dalle 10 alle 15 presso lo stand dell'associazione. Offerta libera.

dalle ore 17.00
Transumanza per le vie del paese con la mandria dell'allevatore Pierluigi Rocci.

ore 20,30, centro Don Viglongo
cena degustativa "Formaggi d'Italia" - in collaborazione con Parco Alpi Cozie, AIB Condove e ONAF

ore 20, piazza Martiri della Libertà
band giovanili in concerto

ore 21 Mercato Coperto (Palatoma)
Concerto dell'Harmonie l'Avenir di Saint Michel de Maurienne (paese gemellato con Condove) - dirige il M° Emilie Bois.

ore 21.30
Concerto degli Angeli di Strada - coverband Nomadi
Birra e street food

Domenica 13.10, ore 10, riapertura della Fiera e delle mostre

Via Torino, esposizione antichi mezzi agricoli

Piazza Martiri della Libertà, "Grisulandia: diventa per un giorno piccolo pompiere"
Intaglio su legno e su Toma a cura della scuola di intaglio di Chiomonte
Lungo il percorso della Fiera intrattenimento musicale

ore 11,15, Piazza Martiri della Libertà,
esibizione della scuola Danza Azzurra
ore 12, Palatoma (mercato coperto)
pranzo della Toma

ore 14, piazza Martiri della Libertà
esibizione della scuola Emozione Danza

ore 15.30, Piazza Martiri della Libertà,
Esibizione dell'Unione Musicale Condovese per i suoi 180 anni

A partire dalle ore 17, piazza Martiri della Libertà
assegnazione dei premi ai migliori produttori di Toma, giuria Onaf e giuria popolare
premiazione del concorso AmoToma 2019
premiazioni dei concorso Scatta la Maschera e Balconi Fioriti
premiazione del miglior Murales a tema Accoglienza
ringraziamento agli allevatori per la transumanza
Discorsi ufficiali e chiusura della Fiera.

Le Barbuire del Laietto in mostra

Proprio lassù, nei luoghi dove i margari producono la toma, ci sono tradizioni la cui origine si perde nella notte dei tempi. E' questo il caso del Carnevale del Lajetto, una delle circa ottanta borgate della montagna di Condove: con i suoi 850 m di quota, Lajetto è oggi abitata solo più da una decina di residenti, ma era in passato un importante crocevia nella Valle del Sessi e punto di riferimento per le vicine borgate.

Dal 2010 Lajetto è tornato alle luci della ribalta grazie alla riproposizione dell'antico carnevale alpino: le Barbuire, vale a dire i personaggi mascherati che si dividono in "belli" (il Monsù e la Tòta, i due Arlecchini, il Dottore e il Soldato) e "brutti" (il Pajasso e le coppie di Vecchi e Vecchie), percorrono le vie della borgata tra danze e scherzi. La rappresentazione si tiene ogni anno la domenica grassa ed è curata dall'Associazione Culturale "Le Barbuire" che negli anni si è occupata delle ricerche storiche, della ricostruzione dei costumi e del rito. Le comparse, volontari di Condove e dei paesi limitrofi, sono oggi una trentina.

Per meglio conoscere le Barbuire, durante la XXIX Fiera della Toma sarà esposta una selezione delle fotografie del concorso "Scatta la maschera: personaggi e simboli del Carnevale del Lajetto" tenutosi durante l'ultima riedizione di marzo. 18 i partecipanti al concorso con quasi un centinaio di fotografie inviate. La mostra si terrà sabato 12 e domenica 13 nell'ampia vetrina della Merceria di Via Cesare Battisti; domenica, alle ore 17, verranno premiati i vincitori sul palco in Piazza Martiri.
 
1° classificato del concorso 2019: Tatjana Gentz
 
 2° classificato del concorso 2019: Simone Siviero
 
3° classificato del concorso 2019: Silvia Grassone

Degustazione dei formaggi d'Italia

Sabato 12, nella ricca serata di eventi per festeggiare questa XXX edizione della Fiera, sarà anche possibile degustare alcuni formaggi italiani, compresa la Toma di Condove.

Alle ore 20.30 presso il centro Don Viglongo di Via Bruno Buozzi la squadra A.I.B. vi attende per un viaggio culinario. Per informazioni, il numero da contattare è 329 7504135.

lunedì 7 ottobre 2019

A passo di... toma!

Anche l’edizione 2019 della Fiera della Toma di Condove si svolgerà con particolare attenzione allo sport. Che sia uno sport lento o veloce, che si proceda di corsa oppure passeggiando, l’importante è che si vada “a passo di Toma”.

Sabato 12 ottobre, la manifestazione sportiva Toma Trail, curata dall’associazione condovese Freemount, si riconferma e spegne quest’anno le prime cinque candeline.
Come l’anno scorso, accanto al percorso lungo (circa 16 Km ed un dislivello di 1015 m, snodati su un percorso panoramico che attraversa le borgate condovesi), un percorso più breve e non competitivo, di 7 Km con 350 metri di dislivello.
Il Toma Trail è ormai una competizione a rilevanza regionale, che coinvolge atleti provenienti da ogni parte del Piemonte. Grazie alla grande opera di volontariato dell’associazione, il percorso ed i sentieri risultano perfettamente puliti e mantenuti, permettendo anche durante l’anno la fruizione a tutti gli appassionati di escursioni in montagna.
La partenza del Toma Trail è prevista per sabato 12 ottobre, alle ore 15.30, presso il campo sportivo di Condove.


 
Accanto a questo ormai tradizionale appuntamento sportivo, l’associazione "Isa Mary ricominciare a volare" presenta la prima passeggiata “A passo di Toma”: una bella camminata, su di un percorso studiato insieme a Freemount, che ha come unico scopo la promozione del movimento come ricerca del benessere.
Questa iniziativa si situa nel solco dei neonati “Gruppi di Cammino”, promossi dai Comuni di Condove e di Caprie, e si rivolge a coloro che abbiano voglia di cominciare a fare movimento. Il percorso, lungo poco più di un chilometro, si snoda per le vie e sentieri di paese ed è adatto a tutti.
Le iscrizioni potranno essere fatte direttamente al banchetto di Isa Mary presente in fiera in Piazza Martiri della Libertà, sabato 12 a partire dalle 10, con un’offerta libera a sostegno dei numerosi progetti dell’associazione. La passeggiata partirà dal campo sportivo alle ore 15.45 di sabato 12 ottobre.