venerdì 13 settembre 2013

Far prendere vita agli alpeggi



Alzarsi alle prime luci del giorno, quando il sole sta per sorgere, incontrare i protagonisti della malga e accompagnarli nelle fasi di mungitura …, ascoltare le loro storie e i loro racconti …, assaggiare il latte fresco appena munto ed assistere alla produzione di una toma, sentirne il sapore di una forma appena fatta, vedere la trasformazione della panna in burro, salire al pascolo, e iniziare la giornata con mucche e capre … Passare una giornata in malga non significa solo lavorare, stare dietro alle mucche e preparare il formaggio. La montagna offre dei panorami favolosi queste sono le vere esperienze della Vita.



2 commenti:

  1. Piero Listello Sindaco15 settembre 2013 20:00

    Condove con il suo immenso territorio, la maggior parte del qualee (93,3%) è montagna, su cui si distribuiscono 75 splendide borgate dispone di un affascinante contesto paesaggistico che attira turisti e amanti della natura. Il territorio montano, le sue borgate, i suoi abitanti giocano un ruolo importante per rinnovare il fascino di questi luoghi e presentarli così in veste nuova, per eliminare il progressivo spopolamento di queste aree e il decadimento del sottile equlibrio tra uomo e ambiente derivante dal mancato presidio e utilizzo del territorio.
    Il futuro riguarda le nuove forme di socialità e di economia esportabili in montagna, valorizzando i prodotti tipici, sviluppando le energie rinnovabili, tutelando e sfruttando positivamente il patrimonio ambientale.
    Fra gli strumenti utili affinché si possa rilanciare l’economia montana attuando una politica di sviluppo orientata alla ricostruzione del tessuto sociale, c'è senz'altro anche la Fiera della Toma.

    RispondiElimina
  2. Benvenuta la Fiera della Toma e benvenuti soprattutto i moltissimi visitatori che vengono a comprare i nostri formaggi. Serve più spazio ai produttori e più supporto al prodotto locale.

    RispondiElimina